WOVEN HAND – “Consider The Birds & Mosaic”

woven-hand-consider

Parlare di religione e fede è quasi come voler parlare dell’accuratezza delle previsioni del tempo . E’ assolutamente inutile – si fanno speculazioni, teorie, e il tempo, questo cappellaio matto fatto di nuvole rognose e sorrisi soleggiati, venti allegri o distruttivi, fa quel cazzo che gli pare. Il concetto di religione gli è affine – ed in tempi come questi parlare di religione può costarti caro. Ragion per cui, perchè no?

Sono cresciuto in una famiglia di una classe media qualsasi (probabilmente la classe sociale di schiavi che non sanno d’esserlo per eccellenza – e se sanno d’esserlo vengono derisi dai propri simili. del resto, a nessun cane piace che venga toccato il proprio sudato collare, no?) in un sobborgo qualsiasi, con gente qualsiasi. E una relegione qualsiasi. Ora, so che so può sembrare una follia ma ai tempi, diciamo dagli 8 ai 15 anni ero un cristiano non solo convinto – si può dire fossi assolutamente devoto all’idea di Dio, l’allegro compagnone Gesù e tutta la divina congrega di aborti mancati che furono quelli che gli prestarono orecchio. Ne avevo anche un terrore fottuto, a dirla tutta. Pregavo ogni sera fino a che mi addormentavo, e la paranoia d’essere guardato in ogni azione mi ha spianato il terreno per altre peranoie negli anni a venire.Ho imparato sulla mia pelle cosa vuol dire essere giudicati in base alla fede, essere giudicati in quanto dotati di cerebro, quando i peli pubici si fanno fitti quanto le domande che si sviluppano nel cranio. La religione ed il libero arbitrio non vanno d’accordo quando c’è di mezzo il razionale, almeno quanto il lato emozionale con lo stesso. C’è poco da fare. O mangi la minestra o salti dalla finestra – e la scusa di fondo è sempre quella “il bene comune” i “peccati” i “tempi migliori che verranno dopo la vita di fatiche”.

E poi diciamolo. Essere un coglione che è solito ridere su tutto non aiuta. Mai. Oh, aiuta solo per quella cosa che si chiama adescare ragazze ma quello è un discorso valido per un altra volta, meglio cosi’, che religione e sesso mal si mischiano insieme. E’ come accendere un candelotto di dinamite e pretendere che non esploda – pura follia. Un po come i bambini coi preti intorno, o i musulmani repressi armati di fucili inneggianti la guerra santa solo perchè non hanno abbastanza da s******e ….ehm…..cough cough..

Religione, dicevamo. Da anni penso sia diventato il mio pallino trovare credenti ai culti più disparati – umanamente e musicalmente – per tentare di capire cosa spinge una persona ad avere fede. O interpretare con la fede il mondo che ha intorno a sè. Temo, volente o nolente, di essere arrivato a una conclusione circa tutte le religioni : la religione è il riempitivo perfetto per la paura dell’ingnoto, la chiave di volta per intepretare la vita, e tendenzialmente controllare il controllabile. La religione è il collante sociale, dovrebbe essere ma non è più, il collante sociale per eccellenza. Ora, tutto ciè è stato soppiantato dal narcisismo, dai media sempre più invadenti che lo alimentano, dall essere così appariscenti che si finisce per essere omologati. Ciò alimenta e non di poco la mia misantropia. Se poi penso a cosa sta succedendo in medio oriente poi, e guardo al passato con le crociate dei cristiani, penso che l’unica cosa che l’uomo possa aver fatto di buono sia stato creare la bomba atomica. Almeno così, con la propria mutuale distruzione potremmo dire che davanti alla morte saremo finalmente uniti e tutti uguali

Concetti che tornano, quelli della fede, nei Woven Hand. Per chi finora fosse vissuto sotto una pietra, gli ex 16 Horsepower gruppo alternative country (ballate da cowboy + Bob Dylan + post punk + blues scassato e decandente, ed influenze folk & gypsy può bastare come defininizione? può bastare) attivo dai novanta ai primi duemila. Di bands si parla certo, ma l’autore di tutto qui risponde al nome di mr. David Eugene Edwards – personaggio tanto interessante quanto particolare. Ora, non ricordo esattamente a quale setta faccia parte mr Edwards, ma tendenzialmente qui si ha a che fare con un cristiano DOC. E per cristiano DOC, intendo tutto il pacco : storie di redenzione, dolore, salvezza,la bibbia, il Signore, il Serpente tentatore…. ci siamo capiti. La Divina Commedia Dantesca – l’eterno purgatorio che è la vita – fatta musicalmente. Persona profondamente spirituale, da anni come un sapiente operaio forgia i suoi dischi rendendoli riconoscibili sia per l’apporto vocale suo marchio di fabbrica come per i testi, che per l’impatto emotivo in grado di trasmettere all’ascoltatore. Dopo i 16 Horsepower, le influenze etniche (il nonno di Edward era infatti un nativo americano) sono diventate più prevalenti, i testi forse ancora più enigmatici di ciò fatto in passato ma non meno affascinanti.

 

il Sacro Re mi ha fatto venire i brividi sulla pelle  – allontanadomi da ogni cosa malvagia

in una bocca rovinata

passando per un rivolo d’acqua

La tua mano parla per un maniglia rotta – per cose e doveri dove canta un piccolo uccello

una stella sorge sul volto delle acque  – e viene quieto sulle ali di un allodola

richiamato da un vecchio verso

ti richiamerò se hai paura del buio

non soffrirò se ti vedrò cadere  – una volta l’avrei fatto ma ora non più

non ho intenzione di farti del male

Quello che rimane tra noi due – mi passa attraverso la testa

è solo acqua sotto un ponte

Ci siamo incontrati la dove si radunano quelli che cavalcano

ho appeso il mio tabacco a una trave  – con manici in argento e un casseto

e da li mi sono preso ciò che era tuo

Mi sono preso ciò che era tuo.

non soffrirò se ti vedrò cadere  – una volta l’avrei fatto ma ora non più

non ho intenzione di farti del male

Inon soffrirò se ti vedrò cadere  – una volta l’avrei fatto ma ora non più

non ho intenzione di farti del male “

(“Deerskin Doll” da “Mosaic”)

Ho parlato non a caso di spiritualità. La spiritualità, a mio modo di vedere, non è la stessa cosa della fede. La spiritualità potrebbe dirsi come una seconda empatia verso ciò che si ha intorno, una specie di terzo occhio sul mondo. La fede, invece, è solo l’ideale elevato della spiritualità – e guardare troppo ad un ideale tende ad accecare. I WOVEN HAND sono un gruppo fondamentalmente, spiritualmente,cristiano. Ciò può essere obbiettabile quanto si vuole, anche per chi ascolta musica dichiaratamente anti-religione come il sottoscritto,ma tutto ha una propria ideantità e spazio,a livello musicale ed umano. Inoltre, Esistono tutt’ora gruppi di cristiani che non guardano alla Chiesa se non con sospetto,e ciò fortica le mie tesi sulla spiritualità e sull’esistenza di veri credenti,ma ciò è ben lungi dal fornirmene una e credere. Stessa cosa dicasi per altre “religioni” esistenti al giorno d’oggi ma per quel che mi riguarda, Dio è un concetto che per me, una bestia arrongante e priva di fede, non posso comprendere ne ho desiderio di farlo. Semplicemente mi basta la mia empatia, e non la stampella fatta di promesse ambigue di qualche Dio. Ma è un discorso troppo lungo per affrontarlo qui

Consiglio a : chi ha adorato i 16 Horsepower – “Consider the Birds” è l’album che ha più similitudini con le ultime cose pubblicate dagli stessi,mentre “Mosaic” è l’evoluzione completa in Woven Hand. chi ha una mente aperta riguardo le religioni, O’Death un filo meno inferociti,Fields of The Nephilim, Rory Gallagher, Bob Dylan, il blues del delta, e chiunque sia infervorato col post punk.

I WOVEN HAND hanno appena pubblicato un altro album – intitolato “Star Treatment”. non ce bisogno che vi dica d’andarlo a prendere,giusto? giusto. Buon ascolto!

woven-mosaic

Talking about religion and faith is like talking about the accuracy of weather reports . It is totally worthless,tho – one can speculate about it, make thesis about it, and the weather, this mad hatter made of frowning clouds and smiling sun sparks, happy or destructive winds , do whatever the fuck appeals to him . the concept of religion is related to the weather – and in times like these talking about religion can be something potentially harmful. So with that being said, why not?

Ive grown up in a middle class family (probably the only class of slaves that dont know about their own nature for definition – and if they know it they get belittled by their peers and see n as insane. After all, no dog likes being scolded for the lenght of his own hard earned leash , aint it?) in a suburb like others, with people like anybody others. And a religion like anybody else. Now, i know that it can seem crazy, but lets say that since i was 8 until 15 i was not only a devoted christian but – but one might add i was deep in the ideal of God, your happy fella Jesus ,and all the divine coven of missed abortions that was made of the crew of those who gave an ear to him. I had also a huge fear about it all, to say the least. I used to pray every night until i was falling asleep,and the paranoia of being watched in every second of my life prepared the soil for other paranoias in years to come .ive learnt on my own skin what does it mean to be judged cos of faith, being judged cos you own your own brain, when pubic hairs got ticker and add up as the ideas blooming in your cranium. Religion and free will doesnt go along well when you got rationality as much as the emotive sides with the latter . There’s not much to do about . Either you jump in the fire or you dont – and the old excuse is just as always “the common good ” the “sins ” the ” better times that will come after of life of worries & trials”.

And, lets say it . Bein a jock that tends to laugh about everything doesnt helps one bit. Never. Oh it helps only when you have to chase girls, right, but that is ana argument that id save for another time, it is better this way, since religion and sex doesnt mix that well toghter. It is like lightening up a dynamite candle and pretend that it will not blow up – pure insanity . Just as children with priests around , or weapon crazed muslims chanting about the holy war just cos they dont put down that bs and f**k that much ….ehm…..cough cough..

Relegion, we were saying . Its been years since i made this my fetish to seek faithful followmen to understand – humanly speaking and musically speaking – what makes a person have faith. Or make up her mind on how the world goes around her . I fear that ,willingly or not , i arrived to a conclusion regarding all relgions : religion is the perfect filler for the fear of the unknown, the key to transalte life , and basically controlling what is controllable. Religion is the social glue, even if today is not really the case, the social glue for excellence . Now, all this has been supplanted by narcisism , the increasingly intrusive medias that feed it , and in being so unique that you end up looking all the same . That feeds my misantrophy, really. If i ever start to think about the middle east and what is happening , and i look at the past at christians’s crusades , i come to think that the only good thing that man has done is the atomic bomb. This way, with out mutual destruction we could finally say that we’re equal and united in death

Concepts that returs , those of faith, in Woven Hand. For those of you who lived under a rock until now, ex members of 16 Horsepower – an alternative country group (ie. cowboy ballads + Bob Dylan + post punk + deranged and decadent blues, folk & gypsy può influences…do that make up as a description? yeah it does) active in the 90s and the early 2000’s. Of course we’re talking about bands, bu the author of most of the work here responds to the name of Mr. David Eugene Edwards – an intersting and quite as colorful charachter . Now, i dont remember exactly to which sect mr Edwards is affiliated to , but basically here we are dealing with an hard-core christian. And for hard-core christian, i mean all the stuff : histories of redemption, pain, salvation,the Bible, the Lord, the tempting Snake…. you got it already. The Dantesque Divine Comedy – the eternal purgatory that is life – build musically . A deeply spiritual person , for years like a wise workman forges his records making them recognizable for both the voice input (his trademark) as for lyrics, as for the emotive impact that he’s able to transmit to the listener. After 16 Horsepower, the ethnic musc influences (Edward ‘s grandpa was in fact a native american) become more prevalent,the lyrics a little more enigmatic than thos ein the past but still fascinating nevertheless.

 

Holy king cause my skin to crawl – Away from every evil thing

In a cotton mouth in a cotton mouth

Quick across the water bring

Your hand speak of a broken door handle – Of thoughts and deeds a little bird sings

Star rise on the face of the water – Quiet comes on the wing of a lark

Call out in an old time holler

Call out if you’re afraid of your dark

 

I will you no grief no to see you fall – Once had a mind to I’m done with that

I mean you no harm at all

What stands between us – Runs right through my head

It’s water still under the bridge

We come together in a horsehead union

Hang my tobacco hands from a beam – Silver handled and chest of drawers

Out of the longhouse I took what’s yours

I took what’s yours

 

I will you no grief no to see you fall – Once had a mind to I’m done with that

I mean you no harm at all

I will you no grief no to see you fall – Once had a mind to I’m done with that

I’m done with that

I mean you no harm at all “

(“Deerskin Doll” from “Mosaic”)

I talked not by chance of spirituality . Spirituality, in my point of view, its not the same thing as blind faith . Spirituality might be seeing as a second cause of empathy towards what you have around yourself , a third eye of a kind so to speak . Faith , instead ,is only the elevated ideal of spirituality – and to looking up too much to an ideal tends to blind you . Woven Hand are basically and spiritually a christian band. This may be not acceptable , even for thos elike me who listen regularly to anti-religious music ,but everything has its own identity ,on a human and musical level . Meanwhile, there are still christian groups that aint concerned about what the Chruch says if not with doubt ,and that strenghten my belief on the existance of real believers ,but that is way different than giving me a reason to cultivate a faith . Same thing could be said about other “religions ” existing nowday s but for what concerns me , God is a concept that, for an arrogant and faithless beast like me, i cant understand anymore and im not willing to do that. Simply put i just need my empathy ,and not the crutch made of some ambigous God’s promises . But is a too long thing to talk about here.

Reccomended to : who loved to death 16 Horsepower – “Consider the Birds” is the album who have more similarities with the band last outputs ,when”Mosaic” is the complete evolution in the entity known as Wovan Hand. reccomended to have an open mind about religions, O’Death if they were a little less more fierce,Fields of The Nephilim, Rory Gallagher, Bob Dylan, delta blues , and whoever loves post punk.

Woven Hand has just published another album entitled “Star Treatment” there’s no need for me to tell you to go and get it,right? right. Have a good listen!

david

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...